Homepage

|| HOME || NEWS || ARTICOLI|| LIBRI || DOWNLOAD || LINK || FORUM ||

Wi4net

Menu principale

Partner

Microsoft Office 2007 enterprise download Windows 7 Ultimate is the most versatile and powerful edition of Windows 7 buy Adobe Creative Suite 4 OEMIt combines remarkable ease-of-use with the entertainment features of Home Premium and the business capabilities of Professional you can encrypt your data with BitLocker and BitLocker-To-Go. And for extra flexibility, buy Adobe Creative Suite 4 Master Collection oemyou can work in any of 35 languages. Get it all buy Adobe Photoshop CS4 Extended OEMwith Windows 7 Ultimate.

Solidarietà

On-line

Ci sono 39 visitatori e
0 utenti on-line

Sei un utente non registrato. Puoi loggarti qui o registrarti liberamente cliccando qui.

Login

 Nickname

 Password

 Ricordami


Non hai ancora un account?
Registrati subito.
Come
utente registrato potrai
cambiare tema grafico
e utilizzare tutti i servizi offerti.

Security Wireless FAQ (le domande Frequenti)
Categoria.: Principale  

Domanda

Risposta
Come convertire i mW in dBm e viceversa?

La formula utilizzata per convertire la potenza espressa in mW in dBm è la seguente:

dBm = 10 * log(mW)

Quindi se si ha un trasmettitore di 200 mW, la sua potenza espressa in dBm sarà di:

dBm = 10 * 2.301 = 23.01 dBm

La formula utilizzata per convertire la potenza espressa in dBm in mW è la seguente:

mW = 10^(dBm / 10)

Quindi se si ha un trasmettitore di 23.01 mW, la sua potenza espressa in mW sarà di:

mW = 10^(2.301) = 199.98 che arrotondato per eccesso da 200 mW

Calcolo della perdita dei connettori

Per calcolare la perdita in dB dei connettori bisogna risolvere la seguente equazione:

Pc = (sqrt(f) * 0.10) * n

Dove Pc sta per perdita connettori, sqrt è l'operazione di radice quadrata, f è la frequenza utilizzata in GHz e n è il numero di connettori utilizzati.

Quindi se si hanno 3 connettori ad una frequenza di 2400 MHz, la perdita in dB sarà di :

f (GHz) = 2400 * 0.001 = 2.4 GHz

Pc = (sqrt(2.4) * 0.10) * 3 = (1.549 * 0.10) * 3 = 0.1549 * 3 = 0.464 dB

Calcolo dell'attenuazione in spazio libero e della potenza ricevuta

La seguente formula permette di calcolare l'attenuazione nello spazio libero:

Attenuazione = 32.4 + 20log(f) + 20log(d)

Dove f corrisponde alla frequenza utilizzata espressa in Mhz e d alla distanza espressa in Kilometri.
Per convertire la distanza da Kilometri a Miglia basta cambiare il valore da 32.4 a 36.56.

La potenza ricevuta è:
Pr=Pt+Gt-A+Gr

Dove Pt corrisponde alla potenza trasmessa, Gt al guadagno dell'antenna trasmittente, A all'attenuazione nello spazio libero e Gr al guadagno dell'antenna ricevente.

Esempio:

f = 2.450 MHz
d = 4 Km

Attenuazione = 32.4 + 20 * log(2450) + 20 * log(4) = 32.4 + 67.78 + 12.04 = 112.22 dB

Questo significa che un segnale a 2.450 Mhz, percorrendo 4 Km, si attenua di 112.22 dB.

Differenza tra dB - dBi - dBd - dBm

dB: abbreviazione di decibel, esprime un rapporto fra due grandezze dello stesso tipo, ad esempio un'attenuazione o un guadagno.

dBi: esprime il guadagno di un'antenna riferita all'antenna isotropica ideale, ovvero un'antenna che in realtà non esiste e che ha la proprietà di irradiare in modo equo la potenza in ogni direzione, che viene utilizzata per facilitare i calcoli dal punto di vista matematico.

dBd: esprime un guadagno di un'antenna riferita al dipolo, il quale ha un guadagno di 22.3 dB rispetto all'antenna isotropica.

dBm: esprime una potenza riferita al milliwatt.

ATTENZIONE: dB, dBi e dBd sono grandezze scalari, numeri puri privi unità di misura, mentre dBm esprime una potenza:

dB + dBm = dBm
dBm + dB = dBm
dBm - dBm = dB

Calcolo del guadagno (dB)

Per indicare il guadagno di un'antenna viene utilizzato il decibel (dB), un'unità di misura di tipo logaritmico.

La seguente è l'equazione standard del rapporto di potenza in dB:

dB = 10 * Log10 [M / M0]


* M0 = è il valore di riferimento nella maggior parte dei dispositivi wireless e corrisponde a 1 mW (milliWatt), quindi per indicare il valore di riferimento sarebbe più opportuno utilizzare la sigla dBm.


La potenza viene espressa in decibel per apportare correzioni dovute a perdite e guadagni. Le potenze inferiori ad 1 mW presentano sempre valori dBm negativi, mentre quelle maggiori a 1 mW presentano sempre valori dBm positivi:

0 dBm = 1 mW
1/100 mW = -20 dBm
100 mW = 20 dBm

Cos'è la frequenza di taglio o cutoff?

La frequenza di taglio o cutoff è un valore che si trova molto spesso durante la realizzazione di un antenna, soprattutto della cantenna. Essa è fonte di dubbi per molti utenti che non ne conoscono il significato.

La frequenza di taglio è un parametro di definizione delle proprietà dei fili elettrici passa basso e passa alto.
Si dice filtro passa basso un circuito che fa passare in uscita solo le frequenze più basse di un'altra prefissata, contrariamente un filtro passa alto permette il passaggio in uscita solo di frequenze più alte di quella prefissata.
La parte in cui l'uscita non risulta attenuata viene chiamata banda passante.

La frequenza prefissata, scelta a piacere, viene detta frequenza di taglio o cutoff.

Questa frequenza rispecchia la seguente relazione:

Vu / Vi = 1 / sqrt(2)

Dove Vu rappresenta il segnale in uscita dal filtro, Vi il segnale d'ingresso al filtro e sqrt l'operazione di radice quadrata.

La frequenza di taglio impone ad un segnale d'uscita, rispetto a quello d'entrata, un'attenuazione o uno sfasamento di 45°.

Come constatare se un materiale assorbe microonde?

Di solito si usa ricoprire le antenne realizzate con un tubo di PVC o con del materiale plastico. Questi però non devono assorbire microonde, ma come si fa a sapere se un materiale assorbe microonde? Niente di più semplice.

Basta inserire il materiale o un pezzo di materiale che si vuole testare in un fornetto a microonde per circa 5 minuti.
Se il materiale riscalda, anche se di poco, assorbe microonde e quindi non è possibile utilizzarlo, soprattutto ad alte frequenze come quella del WiFi (2540 MHz).

Nel caso si decidesse di utilizzarlo ugualmente si avrà una carenza in termini di prestazioni. L'assorbimento inoltre causerà a lungo termine un'aumento della temperatura interna.

Designed By CMSarea


Tutti i loghi e marchi in questo sito sono di proprietà dei rispettivi proprietari.
I commenti sono di proprietà dei rispettivi autori, ed il resto © 2003-2005 di mia proprietà
Questo sito è stato creato con MaxDev, un sistema di gestione di portali scritto in PHP. MD-Pro è un software libero rilasciato sotto la licenza GNU/GPL Visualizzate le nostre news usando il file backend.php

Licenza Creative Commons
Questo/a opera è pubblicato sotto una Licenza Creative Commons.

I LOGHI DEL SITO SONO STATI GENTILMENTE CREATI DA MEDIALINKS

Powered by MD-Pro