Homepage

|| HOME || NEWS || ARTICOLI|| LIBRI || DOWNLOAD || LINK || FORUM ||

Wi4net

Menu principale

Partner

Microsoft Office 2007 enterprise download Windows 7 Ultimate is the most versatile and powerful edition of Windows 7 buy Adobe Creative Suite 4 OEMIt combines remarkable ease-of-use with the entertainment features of Home Premium and the business capabilities of Professional you can encrypt your data with BitLocker and BitLocker-To-Go. And for extra flexibility, buy Adobe Creative Suite 4 Master Collection oemyou can work in any of 35 languages. Get it all buy Adobe Photoshop CS4 Extended OEMwith Windows 7 Ultimate.

Solidarietà

On-line

Ci sono 10 visitatori e
0 utenti on-line

Sei un utente non registrato. Puoi loggarti qui o registrarti liberamente cliccando qui.

Login

 Nickname

 Password

 Ricordami


Non hai ancora un account?
Registrati subito.
Come
utente registrato potrai
cambiare tema grafico
e utilizzare tutti i servizi offerti.

Una minaccia dovuta all’uso dell’SNMP su WLAN
Lunedì, 29 Agosto 2005 - 11:27 - 9433 Letture
Wireless LAN

Gli attacchi al protocollo WEP compromettono la confidenzialità delle comunicazioni, minacciate dalla possibile intercettazione di comunicazioni private su wireless LAN 802.11b.

Tuttavia, esiste una minaccia ancor più pericolosa nascosta nella rottura delle comunicazioni WEP: infatti, alcuni Access Point possono essere gestiti, mediante applicativi proprietari basati sul protocollo SNMP, attraverso il collegamento wireless. L’esecuzione di tali operazioni può rappresentare una pericolosa vulnerabilità per l’intera wireless LAN, poiché l’intercettatore potrebbe entrare a conoscenza delle password per accedere in lettura/scrittura sull’Access Point. In altri termini, potrebbe condividere gli stessi privilegi dell’amministratore della WLAN e gestirla in maniera non autorizzata.

Un modello dell’SNMP

Il Simple Network Management Protocol (SNMP) utilizza un paradigma manager/Management Information Base (MIB)/agent, come mostra la Figura 1.

Figura 1

Questo paradigma si basa su un manager che richiede informazioni ad un agent in un determinato formato di codifica detto MIB. L’agent invocato processa la richiesta, recupera l’informazione e la invia al manager, se disponibile. In caso contrario invia la causa dell’indisponibilità. Secondo il paradigma manager/MIB/agent, l’interfaccia utente si limita a svolgere soltanto il ruolo di strato di presentazione ed è progettata utilizzando accorgimenti grafici con il solo scopo di aumentare l’usabilità delle funzioni di recupero e consultazione dei dati. Le applicazioni di gestione, inoltre, offrono uno strumento per la formattazione dei dati recuperati e forniscono uno strato aggiuntivo composto di funzioni di controllo della Network Management Station (NMS).


Pagina: 1/3

Prossima pagina (2/3) Prossima pagina
 

Link correlati

Vota l'articolo

Questo articolo non è stato votato

Login/crea un profilo | 0 Commenti
I commenti sono di proprietà dei legittimi autori, che ne sono anche responsabili.

Designed By CMSarea


Tutti i loghi e marchi in questo sito sono di proprietà dei rispettivi proprietari.
I commenti sono di proprietà dei rispettivi autori, ed il resto © 2003-2005 di mia proprietà
Questo sito è stato creato con MaxDev, un sistema di gestione di portali scritto in PHP. MD-Pro è un software libero rilasciato sotto la licenza GNU/GPL Visualizzate le nostre news usando il file backend.php

Licenza Creative Commons
Questo/a opera è pubblicato sotto una Licenza Creative Commons.

I LOGHI DEL SITO SONO STATI GENTILMENTE CREATI DA MEDIALINKS

Powered by MD-Pro