Homepage

|| HOME || NEWS || ARTICOLI|| LIBRI || DOWNLOAD || LINK || FORUM ||

Wi4net

Menu principale

Partner

Microsoft Office 2007 enterprise download Windows 7 Ultimate is the most versatile and powerful edition of Windows 7 buy Adobe Creative Suite 4 OEMIt combines remarkable ease-of-use with the entertainment features of Home Premium and the business capabilities of Professional you can encrypt your data with BitLocker and BitLocker-To-Go. And for extra flexibility, buy Adobe Creative Suite 4 Master Collection oemyou can work in any of 35 languages. Get it all buy Adobe Photoshop CS4 Extended OEMwith Windows 7 Ultimate.

Solidarietà

On-line

Ci sono 10 visitatori e
0 utenti on-line

Sei un utente non registrato. Puoi loggarti qui o registrarti liberamente cliccando qui.

Login

 Nickname

 Password

 Ricordami


Non hai ancora un account?
Registrati subito.
Come
utente registrato potrai
cambiare tema grafico
e utilizzare tutti i servizi offerti.

Throughput reale nelle reti 802.11b
Sabato, 13 Agosto 2005 - 17:42 - 18426 Letture
Wireless LAN

A quanti e’ capitato di acquistare con entusiasmo un sistema wireless 802.11b “con velocita’ di trasmissione di 11Mbps”? Di aprire la confezione con altrettanto entusiasmo, per effettuare una veloce installazione di prova?



E di queste persone, quante, presa la briga di effettuare prove di throughput, sono rimaste deluse una volta constatato come in effetti il throughput reale sia in realta’ molto piu’ basso, diciamo dai 4 ai 5,5 Mbps in media?

Purtroppo molti hanno delle false aspettative in termini di performance misurabili ottenibili dai sistemi 802.11b.

Questo articolo si vuole focalizzare sui motivi per cui gli 11 Mbps dichiarati su tutte le brochure informative dei vari produttori non sono raggiungibili.

Si vedra’ pertanto il funzionamento del protocollo 802.11b, scendendo nel dettaglio quanto basta per i nostri propositi, cercando comunque di mantenere la trattazione ad alto livello, per poter rendere questo documento fruibile ad un pubblico anche non tecnico. Si fara’ pertanto uso di frequenti paragoni e metafore.

Vedremo anche altri fattori legati alle misure di throughput, che non sono strettamente legate al protocollo 802.11b.

E’ bene comunque non essere fraintesi: la tecnologia wireless 802.11 rimane comunque validissima, in forte espansione e che rappresentara’, a detta anche dei maggiori analisti, un mercato in fortissima crescita sia dal punto di vista dei volumi di vendita sia dal punto di vista delle applicazioni: potremmo dire, in una frase, che il futuro e’ wireless!

Le prestazioni reali inferiori agli 11 Mbps infatti non rappresentano un ostacolo a questa tecnologia, se non psicologico, poiche’ per la maggior parte delle applicazioni per cui lo si vorrebbe utilizzare e’ sufficientemente performante. Non dimentichiamoci poi gli standard 802.11g e 802.11a con performance a 54 Mbps (il primo e’ in arrivo, il secondo e’ gia’ una realta’ sul mercato americano e in alcune nazioni europee), ma di questo parleremo in un altro articolo specifico.

2 Misurabilita’ delle performance

Prima di tutto una premessa: e’ importante sottolineare come non sia per niente scontato fare misure di performance attendibili con sistemi empirici spesso improvvisati: due PC agli estremi di una connessione wireless, e un trasferimento FTP di file.

Questa potrebbe non essere una misurazione attendibile, poiche’ la velocita’ di trasferimento e’ influenzata da diversi fattori oltre che dalla semplice linea di trasmissione: per esempio le schede di rete sui PC, la bonta’ dei driver di tali schede di rete, il sistema operativo in uso, e non da ultimo lo stato di deframmentazione del disco rigido, che viene spesso trascurato ma che puo’ cambiare anche di molto i risultati.

3 Perche’ non trasferiamo a 11 Mbps?

La risposta a questa domanda e’ data da molteplici fattori:

-          overhead dei protocolli di comunicazione (effetto comune a tutti i sistemi di trasmissione);

-          protocollo 802.11b;

-          situazione di rete congestionata (legato al punto 2);

-          interferenza

-          particolari servizi abilitati come l’encryption

-          cammini multipli

3.1 Overhead dei protocolli di comunicazione

Pagina: 1/4

Prossima pagina (2/4) Prossima pagina
 

Link correlati

Vota l'articolo

Questo articolo non è stato votato

Throughput reale nelle reti 802.11b | Login/crea un profilo | 0 Commenti
I commenti sono di proprietà dei legittimi autori, che ne sono anche responsabili.

Designed By CMSarea


Tutti i loghi e marchi in questo sito sono di proprietà dei rispettivi proprietari.
I commenti sono di proprietà dei rispettivi autori, ed il resto © 2003-2005 di mia proprietà
Questo sito è stato creato con MaxDev, un sistema di gestione di portali scritto in PHP. MD-Pro è un software libero rilasciato sotto la licenza GNU/GPL Visualizzate le nostre news usando il file backend.php

Licenza Creative Commons
Questo/a opera è pubblicato sotto una Licenza Creative Commons.

I LOGHI DEL SITO SONO STATI GENTILMENTE CREATI DA MEDIALINKS

Powered by MD-Pro